blitz-a-pianura,-tra-i-quattro-irreperibili-il-boss-antonio-carillo:-“dallo-spaccio-guadagniamo-20-mila-euro-al-mese”

Blitz a Pianura, tra i quattro irreperibili il boss Antonio Carillo: “Dallo spaccio guadagniamo 20 mila euro al mese”

Il boss è irreperibile da cinque giorni. Nella sua abitazione di via Evangelista Torricelli, nella zona delle case popolari di Pianura, periferia ovest di Napoli, i poliziotti non l’hanno trovato lo scorso 14 luglio, giorno del blitz nei confronti di 34 persone dei clan Calone-Marsicano-Esposito e Carillo-Perfetto. Proprio Antonio Carillo, 31 anni, nipote del boss pentito Pasquale Pesce (i genitori, Lorenzo Carillo e Antonietta Pesce sono detenuti) è attualmente ricercato così come Antony Lopes Manuel (23 anni, legato al clan di via Napoli) e altri due, i cui nomi non è dato sapere anche perché dalla Squadra Mobile minimizzano, arrivando addirittura a dichiarare nei giorni scorsi che gli elementi apicali erano tutti in carcere.

E’ vero invece il contrario. Carillo è altrove. Probabilmente si è allontanato da Pianura quando ha capito che la pressione investigativa dopo il brutale omicidio del 27enne Andrea Covelli era aumentata. Ha tagliato la corda ma non è escluso che nelle prossime ore o nei prossimi giorni possa costituirsi. Nel frattempo è sparito nel nulla.

E’ considerato dagli investigatori l’attuale reggente del clan di via Torricelli che ha raccolto le briciole della storica organizzazione dei Pesce-Marfella. E’ lui a gestire la cassa comune dell’organizzazione che andava avanti quasi esclusivamente grazie all’attività di spaccio di droga (cocaina, hashish, marijuana, crack). Un giro d’affari, secondo quanto emerge nell’ordinanza firmata dal Gip Federica De Bellis, da circa 20 mila euro al mese. “Noi spartiamo una media di quattro, cinquemila euro al mese qua sopra per uno” dichiara lo stesso Carillo intercettato grazie a una ambientale piazzata nell’abitazione di via Evangelista Torricelli, al civico 460, dove era attiva una piazza di spaccio.

Ma come fai a non campare, o frat… al di fuori di qualche altra cosa che tu ti se creato prima che ti mettevi con me, nomale qua “abbuschiamo” trai quattro e i cinque mensili… questa è una piazza che porta ventimila euro di guadagno al mese”.

Il recente blitz non ha, per il momento, fatto chiarezza sui due omicidi avvenuti negli ultimi 10 mesi: quello di Antonio Zarra ad agosto 2021 e quello recente di Andrea Covelli, trovato cadavere lo scorso primo luglio a 60 di distanza dalla scomparsa.

Le indagini sono relative al periodo 2020-2021 e partono dal ferimento di Antonio Carillo e Lorenzo Rossetti, avvenuti il 5 e 6 dicembre 2020 e che danno il via al contrasto tra i due gruppi. Secondo la ricostruzione degli investigatori, sono stati acquisiti a carico degli indagati gravissimi indizi di colpevolezza relativi alla gestione del traffico di droga, alle estorsioni alle piazze di spaccio di droga, alla commissione di fatti di sangue, ad attentati nei confronti di attività imprenditoriale, alla detenzione di armi da sparo, alla detenzione di importanti quantitativi di stupefacenti.

Tra i reati contestati anche una stesa commessa ai danni dell’autolavaggio Pit Stop di via Padula e il tentato omicidio del ras Francesco Divano (24 luglio 2021), ritenuto un pusher autonomo.

I NOMI DEGLI ARRESTATI: IN TOTALE 34  (4 SONO IRREPERIBILI)- Giuseppe Bellamacina (49 anni), Antonio Calone (39 anni), Salvatore Calone (52 anni), Vincenzo Calone (65 anni), Paolo Ciotola (27 anni), Pasquale D’Anna (31 anni), Fabio De Mari (39 anni), Emiddio Di Matteo (27 anni), Cesare Divano (31 anni), Francesco Divano (56 anni), Carlo Esposito (43 anni), Antonio Frungillo (42 anni), Gianluca Gomes (27 anni), Salvatore Grillo (23 anni), Antonio Luongo (37 anni), Antony Lopes Manuel (23 anni), Angelo Marasco (38 anni), Ciro Marsicano (29 anni), Emanuele Marsicano (24 anni), Veronica Mazzanti (39 anni), Fabio Minopoli (28 anni), Mattia Perfetto (19 anni), Luca Salemme (24 anni), Simone Trimarco (21 anni), Giuseppe Zaccaria (53 anni), Antonio Carillo (31 anni), Elisabetta Carillo (29 anni), Pasquale Carillo (26 anni), Francesco Capuozzo (27 anni), Antonio Covelli (21 anni), Rosaria Brandi (57 anni), Luigi Di Lorenzo (27 anni), Giovanni Improta (37 anni), Ciro Pagano (46 anni).

seguono aggiornamenti

L’articolo Blitz a Pianura, tra i quattro irreperibili il boss Antonio Carillo: “Dallo spaccio guadagniamo 20 mila euro al mese” proviene da Il Riformista.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.