billionaire,-si-aggravano-le-condizioni-del-barman-contagiato-dal-covid-19:-e-in-terapia-intensiva

Si sono aggravate nelle ultime ore le condizioni del barman del Billionaire di Porto Cervo ricoverato da un paio di giorni nel reparto di Malattie Infettive dell’Aou di Sassari dopo essere risultato positivo al Covid-19. L’uomo – 59 anni – già all’arrivo all’ospedale presentava i tipici sintomi della malattia, tanto da essere subito sottoposto ad alti flussi di ossigeno. Ora però si ritrova intubato in terapia intensiva in regime di ventilazione assistita, sotto la stretta osservazione del personale medico della Rianimazione.

Si moltiplicano i focolai

Il suo è uno dei 58 casi di positività fin qui registrati nel focolaio scoppiato all’interno del noto locale sardo di proprietà di Flavio Briatore, anche lui ora ricoverato per Covid-19 (seppur in condizioni non gravi). Il timore, ora, è che la catena dei contagi possa espandersi a macchia d’olio in Costa Smeralda. Soggetti che hanno contratto il Sars-CoV-2 sono stati infatti rintracciati anche al villaggio turistico Isuledda, allo Yacht Club Costa Smeralda e al vicino Sottovento Club, che ha annunciato la momentanea chiusura.

Lo scontro con il sindaco

Proprio la scorsa settimana lo stesso Briatore aveva pesantemente criticato il sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda per aver imposto ai locali di spegnere la musica a mezzanotte in caso di diffusione all’aperto e all’una in caso di diffusione all’interno. «La situazione del virus in Costa Smeralda non mostra criticità – aveva sbottato l’imprenditore –. Il tenore dell’ordinanza farebbe pensare a una situazione drammatica, piena di focolai. Non capisco come il sindaco possa collegare i decibel con il virus». Col senno di poi, invece, la decisione del primo cittadino si è rivelata non soltanto azzeccata, ma addirittura tardiva. E il conto dei positivi, adesso, potrebbe aumentare ulteriormente.

26 agosto 2020 (modifica il 27 agosto 2020 | 15:57)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *