aruba:-studia-con-fondazione-links-tecnologia-ai-per-nuovo-riconoscimento-da-remoto-(2)

Aruba: studia con Fondazione Links tecnologia Ai per nuovo riconoscimento da remoto (2)

default featured image 3 1200x900 768x576

(Adnkronos) – Marco Mangiulli, Cio & Head of Software Development di Aruba, ha sottolineato che si punta “ad un obiettivo ambizioso, quello di mettere una tecnologia a servizio dell’uomo e renderla scalabile e utilizzabile in diversi scenari di utilizzo” ha commentato . “Stiamo sviluppando – ha aggiunto Mangiulli- una soluzione che renderà i processi di remote onboarding e identity proofing ancora più sicuri.

Grazie al supporto dell’Intelligenza Artificiale e all’esperienza della Fondazione Links, infatti, stiamo implementando un sistema innovativo che offrirà garanzie e performance superiori a quelle offerte dagli attuali sistemi di riconoscimento da remoto”.

“Creare sinergie, mettere a sistema, far crescere il territorio e la qualità delle applicazioni attraverso l’innovazione tecnologica è parte determinante della nostra missione” ha rilevato Stefano Buscaglia, direttore Generale di Fondazione Links. Il progetto in corso di realizzazione con Aruba, ha detto Buscaglia, “permette di confermare il ruolo chiave di Links come catalizzatore di innovazione Ict che porta soluzioni di frontiera nel tessuto industriale e di fatto accelera la competitività dei suoi partner”.

Non è la prima volta che Aruba e Fondazione Links mettono insieme il proprio know-how, le due realtà hanno già collaborato su progetti della Aruba Software Factory, la società del gruppo fondata a Torino nel 2019 proprio in virtù delle eccellenze R&D e accademiche del territorio, di cui il Politecnico di Torino è un esempio. Gli ambiti di applicazione su cui si sta concentrando la Software Factory torinese sono il Cloud Computing, Trust Services, Digital Transformation, Data Security, E-Government e personalizzazioni di soluzioni per i clienti Enterprise, tutti ambiti in cui l’esperienza di Aruba è consolidata.

Le risorse vengono anche indirizzate verso progetti legati a servizi di Blockchain, IoT (Internet of Things) e Ai (Intelligenza Artificiale).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *