Cronaca

Arriva «Corriere Daily», il podcast quotidiano che racconta storie, persone e luoghi. Con le voci dei giornalisti del Corriere

arriva-«corriere-daily»,-il-podcast-quotidiano-che-racconta-storie,-persone-e-luoghi.-con-le-voci-dei-giornalisti-del-corriere

Fino a ieri non c’era. Da oggi c’è. Nel panorama dell’informazione italiana mancava qualcosa come «Corriere Daily»: un podcast (cioè un audio) ascoltabile dal lunedì al venerdì a partire dalle 6 del mattino, in cui le voci dei giornalisti del Corriere della Sera raccontano storie, persone e luoghi. In profondità. Perché «Corriere Daily», che si ispira alle esperienze del New York Times e del Guardian, nasce pensando a una caratteristica degli ascoltatori di podcast: la passione per il racconto di qualità, per l’analisi accurata, per l’approfondimento al di là della semplice notizia.

Ecco perché «Corriere Daily» durerà tendenzialmente una ventina di minuti, che è la durata media di un ascolto di podcast per finora 12 milioni di italiani ( 16% rispetto al 2018), che ci arrivano dalle piattaforme più diffuse come Apple Podcast, Spotify, Google Podcast o Spreaker.

«Corriere Daily» è da oggi su www.corriere.it, in anteprima per gli abbonati. Ogni puntata, prodotta con Carlo Annese, è divisa in due parti, di lunghezza variabile a seconda dell’argomento e del taglio scelto per trattarlo. Una, più lunga, racconta una storia o analizza un fatto con la profondità garantita da una durata superiore ai 10 minuti. Nell’episodio di oggi (che potete ascoltare cliccando qui)Laura Cuppini della redazione di Corriere Salute, fa il punto su tutto quello che sappiamo a proposito del Coronavirus a quasi cinque mesi dalla scoperta del famoso paziente 1 di Codogno. Oltre alla sua voce, si possono ascoltare quella di Massimo Clementi, direttore del laboratorio di Microbiologia e Virologia del San Raffaele di Milano, e poi dell’immunologo Sergio Abrignani, ordinario di Patologia generale all’Università di Milano. A seguire, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana fa il punto sulla politica italiana, dopo il Coronavirus, per capire se e quanto è cambiata (non molto) e che cosa deve sbrigarsi a fare.

Questa seconda parte di «Corriere Daily» è più breve ed è un focus su un tema specifico. In alcuni casi potrà essere una parola, come quelle che abbiamo imparato a conoscere durante la pandemia, da lockdown (analizzata da Antonio Polito) a chat (declinata da Beppe Severgnini). Oppure la descrizione di un fenomeno, come il calcio negli stadi vuoti visto in tv da Aldo Grasso. O ancora, una guida rapida al chiarimento di parole oscure: come il Mes, il Meccanismo europeo di stabilità spiegato in 5 minuti da Daniele Manca. Buon ascolto.

8 luglio 2020 (modifica il 9 luglio 2020 | 06:52)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *