Altro che No Mes! Ecco come Grillo salva il governo e indica la via per il Sì alla riforma

altro-che-no-mes!-ecco-come-grillo-salva-il-governo-e-indica-la-via-per-il-si-alla-riforma

Le parole e i messaggi di Beppe Grillo vanno sempre letti tra le righe e a più livelli. E così quello che tutti hanno interpretato come un No secco al Mes, nasconde in realtà un’altra lettura e un altro messaggio. Il capo dei 5Stelle ha scritto un lungo post in vista del voto in Parlamento del 9 dicembre: “Mes inadatto e inutile. Meglio una patrimoniale per i super-ricchi e l’Imu alla Chiesa”. Sarebbe un concetto chiaro e semplice, no? Non è così, perché poi va contestualizzato con il resto del testo. Innanzitutto, il fondatore del Movimento 5 Stelle non parla mai di riforma del Mes ma del suo uso e quindi non c’è alcuna novità rispetto alla linea anche fin qui hanno portato avanti anche Di Maio e Crimi.

Altro aspetto fondamentale, nel suo post Grillo cita ripetutamente e esplicitamente il premier Giuseppe Conte e questo serve per mandare un messaggio molto chiaro e semplice ai suoi: ora più che mai non si deve mettere a rischio il governo e men che mai e il presidente del Consiglio. Dunque, a parte qualche dissidente, il 9 dicembre il Sì dei 5 Stelle alla riforma del Mes dovrebbe essere certo.

Una cosa va detta: la riforma del Mes è vero che non piace ai grillini, ma giostrando con questo messaggio della differenza tra il No all’uso e il Sì alla riforma, pensano di salvare la faccia con gli elettori e al tempo stesso il governo e le loro comode poltrone. Del resto sono pure arrivat chiari segnali dal Quirinale: si deve votare a favore, altrimenti un voto contrario allarmerebbe l’Europa e metterebbe nei guai l’Italia (sic!).

Nota a margine. In questo ultimo post Beppe Grillo si è firmato “Giuseppe Rag. Grillo”. In molti hanno visto in questo suo messaggio la volontà di tornare da protagonista in scena su temi concreti. Per questo sono anche rimbalzati su tutti i giornali i suoi Sì alla patrimoniale e al cavallo di battaglia del “far pagare l’Imu e l’Ici non versata sui beni immobili alla Chiesa”. Insomma, Grillo vuol di nuovo indicare la via maestra al Movimento… Ma non troppo.

Ti potrebbe interessare anche: “Il D.ristori non è arrivato. All’agenzia delle entrate mi rispondono che non hanno i fondi”