alberghiero-di-portoferraio,-a-lezione-dal-consorzio-“tutela-pecorino-toscano-dop”

Alberghiero di Portoferraio, a lezione dal Consorzio “Tutela pecorino toscano Dop”

Gli studenti dell'alberghiero con Daniele Corti e la preside Alessandra Rando
Gli studenti dell’alberghiero con Daniele Corti e la preside Alessandra Rando

Portoferraio, 25 novembre 2021 – In vista della selezione di un candidato interno per il ‘Migliore Allievo della Toscana’”, concorso promosso dall’Unione Regionale Cuochi Toscani per individuare il cuoco più promettente fra gli studenti degli istituti alberghieri, il ‘Foresi’ rafforza la propria collaborazione con gli enti che promuovono le eccellenze della produzione enogastronomica approfondendo lo studio dei prodotti tutelati dai Consorzi.

Nei giorni scorsi il laboratorio di sala della scuola alberghiera ha ospitato una lezione teorico-pratica di Daniele Corti, referente del ‘Consorzio tutela Pecorino toscano Dop’, ente che riunisce 900 allevatori e 17 caseifici, il cui obiettivo è di realizzare ogni utile iniziativa intesa a salvaguardare la tipicità e le caratteristiche peculiari del Pecorino toscano da ogni abuso o contraffazione, vigilando sull’uso della Denominazione di Origine Protetta.

Gli alunni e le alunne delle classi quarta Eno e quinta Ensa, con la supervisione dei professori Bellomo, Sarappa, Di Biase e degli assistenti tecnici di sala e cucina Carlucci e Dell’Aversano, hanno avuto modo di conoscere i prodotti del Consorzio, le loro peculiarità e caratteristiche tecniche, facendo un’esperienza di degustazione e approfondendone la versatilità nella realizzazione e presentazione dei piatti.

All’iniziativa è intervenuta anche la dirigente scolastica Alessandra Rando che ha portato i saluti della scuola al referente del Consorzio ed ha espresso soddisfazione per l’organizzazione della stessa augurando buon lavoro ai ragazzi e ai loro insegnanti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla community

per ricevere ogni giorno la newsletter con le notizie della tua città

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *