addio-a-sandro-mazzinghi,-
	un-pezzo-di-storia-della-boxe
il lutto

22 agosto 2020 – 11:32

L’ex campione del mondo di pugilato è morto a 81 anni all’ospedale di Pontedera. Celebre la lunga rivalità con Nino Benvenuti

È morto sabato 22 agosto all’ospedale Lotti di Pontedera, dov’era ricoverato da alcuni giorni, l’ex campione del mondo di pugilato Sandro Mazzinghi. Ne dà notizia la famiglia, precisando che la salma dell’ex iridato dei superwelter verrà ora esposta nel Santuario del Santissimo Crocefisso di Pontedera, mentre i funerali ci saranno lunedì prossimo, sempre a Pontedera. Mazzinghi, la cui rivalità con Nino Benvenuti negli anni ‘60 fece epoca, avrebbe compiuto 82 anni il prossimo 3 ottobre.

Da una decina di giorni il grande campione di pugilato Sandro Mazzinghi era ricoverato in ospedale a Pontedera (Pisa) per una ischemia ma poi, si apprende da fonti della famiglia, ne sono seguite altre che ne hanno aggravato le condizioni fino a causarne la morte. «Diamo il triste annuncio della scomparsa – scrivono i familiari nella pagina ufficiale dell’ex campione su Facebook, la moglie Marisa e i figli David e Simone -. Tutti sapete quanto amore aveva per il prossimo e per l’onestà che ha sempre avuto nei confronti di tutti …per noi oggi è un giorno triste ma non possiamo che andare orgogliosi per l’uomo, l’atleta, il Campione e il padre che stato……Ciao Babbo non ti dimenticheremo mai resterai sempre con noi e con tutti quelli che ti hanno voluto bene». Da oggi la camera ardente nella chiesa del Crocifisso a Pontedera. Lunedì mattina i funerali, che si terranno nel Duomo di Pontedera.

22 agosto 2020 | 11:32

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *