a-napoli-entrano-in-servizio-200-giovani-spazzini:-baci,-lacrime-dei-genitori-e-selfie-–-il-riformista

A Napoli entrano in servizio 200 giovani spazzini: baci, lacrime dei genitori e selfie – Il Riformista

Un primo schiaffo alla disoccupazione giovanile

Redazione — 5 Dicembre 2022

A Napoli entrano in servizio 200 giovani spazzini: baci, lacrime dei genitori e selfie

Selfie, baci e tanto entusiasmo tra i 200 nuovi spazzini assunti da Asia, l’azienda del comune di Napoli che si occupa della raccolta dei rifiuti, dopo aver vinto il concorso bandito lo scorso autunno. Nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino i nuovi operatori ecologici hanno firmato il contratto alla presenza del sindaco Gaetano Manfredi, della Giunta comunale e di numerosi genitori emozionati per il futuro più sereno dei loro figli.

Tra i neo spazzini ci sono 12 laureati, 169 diplomati e 19 in possesso della licenza media. Dei vincitori 164 sono uomini e l’età media è di 24 anni. Il neo assunto più giovane è poco più che maggiorenne e il primo classificato è stato Francesco Pio Letterese diplomato in Sistemi informatici aziendali. Tra loro c’è chi sognava il posto fisso e chi invece ha accettato dopo aver superato il concorso ma è in attesa di una nuova collocazione anche in base alla laurea conseguita.

Inizia una nuova era in una città dove la disoccupazione giovanile è tra le più alte d’Italia. Inizia una nuova era anche per Asia che rinnova parte dei suoi dipendenti, ripartendo da giovani motivati e tenaci. In primavera, ad aprile 2023, verranno assunti gli ulteriori 300 vincitori del bando pubblico.

Per Domenico Ruggiero, amministratore dell’Asia, “il fatto che ci siano dei laureati che inizieranno cominciando a fare gli operatori ecologici non va considerato in un’accezione negativa ma rappresenta un vantaggio per l’azienda in funzione degli obiettivi di crescita che ci siamo assunti fino al 2027. Chi ha la conoscenza dell’azienda partendo dal basso ha maggiori capacità di risolvere i problemi della stessa in una progressione di carriera”.

La maggior parte dei 200 neo-assunti verrà impiegata soprattutto nel centro storico in considerazione dell’enorme flusso turistico previsto nelle festività natalizie, mentre quando entreranno in servizio gli altri 300 spazzini saranno distribuiti in tutto il territorio cittadino, periferie comprese. ”Oggi è una giornata importante in questo percorso di rilancio e di trasformazione di Asia e soprattutto di miglioramento dell’igiene urbana in città. Per farlo siamo partiti dalle risorse umane con un grande concorso assolutamente trasparente”, ha dichiarato il sindaco Manfredi.

“È il primo passo di un’epoca completamente nuova, è stato il primo concorso nella storia recente della municipalizzata napoletana Asia, che darà lavoro complessivamente a 500 unità di diverse età, genere ed esperienze lavorative” afferma l’assessore all’Ambiente e al Mare Paolo Mancuso. “È stata un’emozione davvero travolgente – ha detto Mancuso – guardare negli occhi questi 200 giovanissimi e le loro commosse famiglie. Sono nuovi assunti che lavoreranno non solo per garantirsi un’esistenza dignitosa, ma anche per essere i primi protagonisti di una città che vuole e deve ripartire. Al tempo stesso, guardiamo con fiducia alla crescita di Asia Napoli SpA che si fa spazio tra le grandi aziende del settore puntando sempre più non solo alla semplice raccolta dei rifiuti, ma alla crescita aziendale diretta verso un ciclo integrato che rimetterà Napoli in pari con le altre grandi città italiane ed europee”.

Redazione

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *